L’irrequietezza può essere una grande motivatrice, quando si è alla ricerca della propria identità professionale.


A volte, leggere le storie degli altri può ispirarci, non trovi?
Per questo oggi ti parliamo dell’esperienza di una di noi, che ha lasciato il proprio lavoro – un cuscinetto molto comoda da dipendente – per diventare freelance.

Non è stato un percorso facile, ovviamente. Come puoi immaginare, arrivare a questa scelta ha richiesto molte energie, diverse notti insonni, tante paranoie e confronti (oltre che a scontri) con chi le remava contro.
Crediamo che la sua storia possa aiutarti a sentire meno la solitudine, se anche tu stai vivendo un momento di grande irrequietezza e sei in cerca di risposte.
Questa storia potrebbe non aiutarti a prendere delle decisioni – non è questo l’obiettivo – ma speriamo che ti ispiri a continuare per la tua strada (qualsiasi essa sia).

L’irrequietezza è la musa che ha spinto questa freelance a fare il suo grande passo avanti.
Lasciamo la parola a lei, affinché sia la sua scrittura a raccontarti della scelta che ha presto (e che continua a motivarla ancora oggi).

Scopri la sua storia qui.