Prenditi un momento per fermarti e per concederti del tempo. Metti un attimo in pausa tutte le angosce, che provi all’idea di restare indietro o di vedere gli altri sfrecciare in avanti o di sentirti fuori posto perché non sai cosa fare o non ti senti in grado di realizzare qualcosa. 

Fermati. 

Quelli che vedi correre così velocemente verso una meta che a te sembra così lontana, in realtà, hanno dovuto vivere questa stessa sensazione di panico. L’hanno semplicemente superata o, più probabilmente, l’hanno accettata nella loro vita e sono andati avanti con essa. 

Il ritmo della società non è unico, ma è composto da diversi gruppi di individui che periodicamente si scambiano di posto. Chi sa cosa fare oggi, domani si fermerà per capire se ha preso la strada giusta. Chi ha scelto di cambiare vita, vivrà stati di euforia nello spezzare le sue catene, alternati a profondi vissuti di incertezza e ansia tipici dei momenti di transizione. Chi è fermo in questo momento, sta iniziando una scalata che diventerà una corsa adrenalinica.

Fermati e concediti del tempo. In quale situazione ti trovi? 

Indipendentemente dalla tua fase, potresti sentire il bisogno di arrestare la tua avanzata per studiare il tuo percorso. Ed è del tutto normale. 

L’essere umano, si è evoluto nei secoli grazie alle sue capacità di osservazione e di adattamento. Come i nostri antenati, anche noi oggi abbiamo bisogno di guardarci attorno per analizzare il nostro ambiente e noi stessi.
Non sondiamo il terreno per scovare eventuali minacce di predatori, ma vediamo cosa ci circonda per capire quali potrebbero essere i problemi moderni da affrontare (come un percorso di studi sbagliato, la scelta di un lavoro che si rivela orrendo o con uno stipendio basso, o più genericamente un contratto di lavoro insulso).
Non guardiamo con diffidenza i gruppi di altre famiglie per paura che ci rubino il cibo e il terreno fertile, ma siamo in competizione essere i più bravi a scuola o i più forti, per rubare l’ultimo posto disponibile all’università, per i voti degli esami, per il voto di laurea, per il lavoro che troviamo, per i benefici che riceviamo. La nostra forza  non risiede nella capacità di sopravvivere, ma nei successi che riusciamo a collezionare nel tempo. E la definizione che noi stessi diamo al termine “successo” incide su cosa viviamo emotivamente e psicologicamente.

 

Perché è difficile fermarsi e ricalibrare le nostre energie? 

Se pensiamo che per vincere sia necessario essere sempre in testa agli altri, è abbastanza normale provare ribrezzo all’idea di concedersi del tempo. Noi per primi siamo il motivo della nostra stessa pressione e ci torturiamo pensando di essere in una competizione di cui, molto probabilmente, siamo gli unici partecipanti.
Questo comportamento, anche se insensato, è comprensibile da un certo punto di vista: viviamo e cresciamo guardando gli altri e, da adulti, può essere difficile staccarsi da questa mentalità per concederci una vita più serena.

Ma una volta che comprendiamo di sfidare noi stessi e che ogni persona sta vivendo la sua lotta personale per sentirsi bene, accecato dalla società e dalle aspettative riposte su di noi; possiamo fermarci.
Fallo anche tu. Anche se stai cercando l’ispirazione e stai apprendendo qualcosa; se stai leggendo queste parole è perché senti il bisogno di fermarti. Da una parte la tua mente ti sta spingendo a trovare nuovi input e stimoli, dall’altra ti sta indirizzando verso articoli come questo che ti dicono che fermarsi va bene e ti fa bene.

Prendi fiato. Ascolta musica, cerca una playlist in grado di far emergere l’emozione che vorresti provare in questo momento. Non ascoltare canzoni tristi perché ti senti depresso, ma cerca tonalità rilassanti per calmare il tuo animo o ritmi più intraprendenti per scuoterti così tanto da rompere le tue convinzioni sociali. 

Fermati. Il tuo posto nel mondo ti aspetterà appena ti libererai dalle tue catene e ti concederai il tempo per trovare il tuo equilibrio tra benessere personale e senso di realizzazione. 

Vuoi raccontarci la tua esperienza e come stai affrontando una situazione in particolare? Ispiraci con la tua energia. Scrivici.